Policastro Bussentino – Viaggio nel tempo.

Sabato 19 settembre, a partire dalle ore 17, a Policastro Bussentino si farà un viaggio nel tempo. Questo sarà possibile grazie ad una visita guidata, che proporrà un percorso cronologico nella storia del paese, partendo dai punti storici più antichi fino ad arrivare a metà del sedicesimo secolo, quando ci fu l’attacco dei pirati. Il percorso è organizzato dall’associazione culturale Architettura e Urbanistica Sostenibili e si inserisce all’interno dell’evento il Golfo di Policastro nella Storia.
La visita guidata, a cura dalle archeologhe Laura Morelli ed Elena Santoro, inizierà da Largo delle Vittorie, all’esterno della cinta muraria. Qui si terrà una piccola introduzione, di carattere topografico, partendo dalle zone in cui i reperti sono più antichi e seguita da un racconto di quella che era la città preromana. Il percorso proseguirà fino alla strada romana, accompagnato dal racconto delle vicende che hanno portato alla creazione della colonia Buxentum. Tappa successiva il Duomo, dove si esporranno le varie fasi che hanno portato alla trasformazione della colonia in città romana, fino ad arrivare al Medioevo. Il percorso si concluderà al Parco Pinto poiché questa zona nel 1552 subì l’attacco dei pirati.
“L’obiettivo è di raccontare in sintesi gli eventi salienti della storia di Policastro Bussentino – Spiega Elena Santoro archeologa e Presidente dall’Associazione Etruria Nova Onlus- una sorta di percorso cronologico, nel quale cercheremo di fare immaginare alle persone quella che è stata l’evoluzione storica di Policastro. Inoltre al Parco Pinto saranno proiettati dei video che mostreranno i progressi fatti delle varie Campagne di scavo”.
L’appuntamento è alle ore 17:00 nel piazzale antistante la Cattedrale di Policastro Bussentino, da qui si proseguirà verso il punto di partenza della visita guidata.
Per informazioni e prenotazioni contattare i numeri 338.8261497 / 347.5051022.
Olga Marotta
©Riproduzione riservata

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: