Istituto Juventus di Vibonati, pende ancora la spada di Damocle sul destino dei disabili del centro

Stamattina a Salerno incontro tra il Commissario Asl Postiglione e proprietà del Centro Juventus. Formulata una nuova proposta. Entro lunedì prossimo, si conoscerà la decisione di Ippolito.

Si è svolto questa mattina il tanto atteso incontro, in via Nizza a Salerno, tra il commissario dell’ASL Salerno, Antonio Postiglione  ed Antonio Ippolito, rappresentante della proprietà Istituto Juventus, per cercare di scongiurare la definitiva chiusura del centro riabilitativo vibonatese.

Come già annunciato da Ippolito, a Postiglione sono state esposte le gravi problematiche economiche che spingerebbero la proprietà a trasferire il centro dalla stuttura di Vibonati a quella di Mercato San Severino. L’Asl avrebbe formulato ad Ippolito una nuova proposta che la proprietà del centro Juventus si riverva di vagliare e comunicare entro il prossimo lunedì.

Il centro, comunque, dovrebbe restare in attività fino al 31 dicembre, dando il tempo ai comuni del Piano di Zone S/9 di organizzarsi.

I sindaci di Sapri, Giuseppe Del Medico e quello di Vibonati, Massimo Marcheggiani, dal canto loro, come già ribadito nell’incontro con Ippolito, lo scorso mercoledì, si dichiarano disposti a farsi carico delle spese legate al trasporto dei pazienti.

Le famiglie dei disabili, comprensibilmente preoccupate, restano in attesa di un positivo e definitivo riscontro.

Genny Gerbase

©Riproduzione Riservata

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: