Presentato dagli Aura, gruppo progressive metal di Sapri, il video del singolo “Distant world”

Gli Aura hanno presentato il video  Distant world , mondo lontano , un singolo del loro terzo ed ultimo album “Noise” .

Il gruppo è nato a Sapri nel 1996 grazie a tre amici Giovanni Trotta, voce e batteria,Angelo Cerquaglia basso, e Giuseppe Bruno,chitarra.Il loro background affonda nel rock prog anni 70 e nel metal degli anni 80 e 90. I primi demo portano la band ad una serie di successi quali la vittoria alla rassegna rock giovane di Sulmona.Si sono alternate entrate ed uscite di nuovi e vecchi elementi e nell’attuale formazione è presente il gruppo originario insieme a Francesco Di Verniere che si occupa delle tastiere. Il  primo cd ufficiale è “A different View From The Same Side” che nel 2008 viene prodotto dalla MyKingdomMusic. Nel 2011 il secondo album “Deliverance” . Nel 2015 “Noise” , casa discografica Spider Rock, ritenuto dalla critica musicale il lavoro più maturo e personale. Gli Aura propongono un rock raffinato, aperto a divagazioni prog e a spunti metal, con tanta melodia e spesso anche con un mood alquanto malinconico.
Distant world è un testo di Giovanni Trotta sulla solitudine e sulla sofferenza che addormentano la coscienza e la ragione e fanno precipitare negli abissi del sè. Il tormento dell’essere in  una  società sempre più indifferente , individualista e competitiva. Un mondo che si allontana sempre più. A pagarne le conseguenze i più sensibili ed i più deboli  .Canzone e video catturano l’attenzione dello spettatore. Al centro l’ inquietudine  che aleggia nel cielo rarefatto ,nelle atmosfere malinconiche, nei gesti mancati e nella paura degli sguardi. La figura dello psicologo dovrebbe aiutare, ma in realtà osserva e giudica con durezza e fagocita ogni speranza. Il ragazzino chiede invano  solo affetto e presenza , e sull’altalena della vita riflette sfiduciato su un  mondo che lo rifiuta e trascura senza pietà. I vividi colori del tramonto prendono il sopravvento,oscurano le figure e concludono un  sogno triste e senza risveglio che è la realtà di tanti. Il  video è diretto dal  regista Fabio Miceli ,fotografia di Mario Mazza, gli attori ,oltre ai componenti del gruppo Aura  sono Angelo Risi ,lo psicologo e Danilo Cerrelli, il bambino. Fra le location del video la villa comunale di Policastro Bussentino.

©Riproduzione riservata

 

 

 

Distant world

I slowly closed my eyes and opened my mind.
I had a big dream, a dream that will never be repeated.
I already had these visions,
visions that will never come again,
but I was there not knowing that it was reality.
He was there playing with my thoughts,
he was there playing with my mind.
I wonder if I could go back,
I wonder if I had awakened.
I fell into the deepest sleep,
I fell into the depths of myself.
time stopped and the rest of the world was ever more distant.
He was there playing with my thoughts,
he was there playing with my mind.
I wonder if I could go back,
I wonder if I had awakened.
I do not know if and when all this will end,
I live inside myself but I cannot get out,
I await the awakening but I don’ t know if it will come ,
I’d like to be awake and go away from here.
He was there playing with my thoughts,
he was there playing with my mind.
I wonder if I could go back,
I wonder if I had awakened.

Mondo lontano
Lentamente ho chiuso gli occhi e aperto la mia mente.Ho fatto un grande sogno, un sogno che non si ripeterà.
Ho già avuto queste visioni, visioni che non torneranno più,
ma ero lì, senza sapere che quella era la realtà.
Era lì che giocava con i miei pensieri,
stava lì a giocare con la mia mente.
Mi chiedo se potessi tornare indietro,
Mi chiedo se mi fossi svegliato.
Sono caduto nel sonno più profondo,
Sono caduto nelle profondità di me stesso.
Il tempo si è fermato e il resto del mondo era sempre più lontano.
Era lì che giocava con i miei pensieri,
stava lì a giocare con la mia mente.
Mi chiedo se potessi tornare indietro,
Mi chiedo se mi fossi svegliato.
Non so se e quando tutto questo finirà,
Io vivo dentro di me, ma  non posso uscire,
attendo il risveglio, ma non so se arriverà,
Mi piacerebbe essere sveglio e andare via da qui.
Era lì che giocava con i miei pensieri,
stava lì a giocare con la mia mente.
Mi chiedo se potessi tornare indietro,
Mi chiedo se mi fossi svegliato.”

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: