ASL Salerno: Lo stato di “salute” del Servizi Sanitario al collasso

ASL_Salerno

Le scriventi OO. SS. Confederali ritengono che lo stato di “salute” del Sistema Servizi Sanitario della nostra provincia sia ormai al collasso. Sul territorio, in diverse realtà, non sono garantiti i livelli di assistenza previsti dalla vigente normativa e finanche l’emergenza ed urgenza non è assicurata in modo adeguato. La carenza di personale delle diverse Aree: Medica e Veterinaria della SPTA e del Comparto, unitamente alla entrata in vigore della legge n° 161/2015 (orario di lavoro e turnazione), nei fatti, stanno per determinare ulteriori riflessi negativi tali da condurre ad ipotesi di accorpamenti, chiusure e tagli di servizi (come peraltro già riportato dalla stampa), con un unico effetto: la negazione dei diritti del paziente alla assistenza. A pagare le relative conseguenze i cittadini tutti, con maggiore esposizione delle classi più esposte: pensionati, bambini, portatori di handicap, pazienti psichiatrici, ecc. A fronte di tanto, le OO. SS. di Categoria Regionali, consapevoli delle gravi ricadute per cittadini e operatori tutti, in data 09/12/2015, hanno già proclamato lo stato di agitazione dell’intero Settore Sanitario. Pertanto, attesa la natura a valenza generale delle iniziative e degli eventuali provvedimenti in itinere, nonché la intrinseca natura Confederale della intera vertenza, chiedono un incontro urgente sui temi innanzi delineati, congiuntamente alle Categorie di pertinenza. La presente richiesta assume i caratteri dell’urgenza, vista la prossima entrata in vigore della legge n° 161/2015 innanzi richiamata.

Comunicato Stampa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: