Giorno del Ricordo promosso dal Comune di Castellabate e dall’Istituto comprensivo

Il Comune di Castellabate anche quest’anno ha deciso di organizzare, in sinergia con l’Istituto Comprensivo Castellabate, alcuni momenti di riflessione per adulti e alunni sulle tragedie della Shoah e delle Foibe, nell’ambito delle manifestazioni per onorare la Giornata della Memoria e il Giorno del Ricordo 2018.

Due gli incontri: Giovedì 8, si è discusso, insieme agli studenti e dedicato ad essi, sul tema della guerra, della persecuzione antisemitica e dell’orrore dei campi di concentramento nazisti, mentre venerdì 9 febbraio un incontro per la cittadinanza, durante il quale sono intervenuti i familiari di Nicola Romito, vittima delle foibe, e di Codrado Occhiati, morto ad Hartheim. L’incontro, moderato dal professor Gennaro Malzone, ha voluto conservare la memoria della tragedia degli italiani e dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra

L’Assessore alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Sociali Elisabetta Martuscelli ha dichiarato: «Le istituzioni tutte devono impegnarsi a tramandare e a stigmatizzare la crudeltà e l’abominio di cui l’uomo è capace con l’obiettivo di coinvolgere sempre di più gli studenti che devono sentirsi i veri protagonisti ».
«Castellabate ha sempre onorato sia la Giornata della Memoria che quella del Ricordo», aggiunge l’Assessore alla Cultura, Luisa Maiuri: «Nel nostro Comune, con manifestazioni e attraverso l’intitolazione di strade, non si è mai tralasciato di onorare la memoria delle vittime di queste vicende ancora poco note e che rappresentano ferite aperte nei ricordi individuali di molte persone, famiglie e comunità».
©Riproduzione riservata

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: